La lezione di Aikido

La lezione di Aikido si svolge nel Dojo, luogo dedicato allo studio e alle discipline marziali giapponesi, in cui si entra a piedi nudi.

La lezione dura due ore o poco più e inizia con una sessione in seiza durante la quale ci si prepara mentalmente e fisicamente alla pratica.

La prima mezz’ora si pratica con le armi bianche, riproduzioni in legno delle antiche armi dei samurai (il Bokken-spada, ilJo-bastone, il Tanto-pugnale). Molte tecniche di difesa a mani nude dell’Aikido derivano dalle tecniche di combattimento con le armi. Quindi lo studio di queste ultime aiuta a comprendere meglio i movimenti  dell’Aikido. Gli esercizi con le armi si eseguono da soli (suburi) o in coppia (kumi tachi e kumi jo).

Nella successiva ora e mezza  la lezione prosegue con una sequenza di esercizi di riscaldamento per allungare e tonificare i muscoli e mobilizzare le articolazioni. E’ una ginnastica, nota come Aikitaiso, mirata a preparare il corpo alla pratica successiva. Poi si prosegue con  lo studio degli spostamenti di posizione (Taisabaki), propedeutico all’esecuzione delle tecniche e allo studio delle cadute (ukemi), perché cadere nel modo corretto insegna a non farsi male. Infine si studiano in coppia le tecniche (waza) proprie dell’Aikido. A turno si pratica nelle vesti di chi si difende (tori), che mette in pratica la tecnica, e di chi attacca (uke), che riceve la tecnica.

Il corso è adatto a donne e uomini di qualsiasi età, principianti ed esperti. Non è richiesta nessuna precedente esperienza in qualche altra arte marziale né una particolare preparazione fisica. Si può iniziare il corso in qualsiasi periodo dell’anno.

Per una lezione di prova l’abbigliamento consigliato è una maglietta e un paio di pantaloni della tuta, un abbigliamento comodo che non impedisca stringendo i movimenti.